inMondadori.it

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Le colpe dei padri
Le colpe dei padri

Le colpe dei padri

by Alessandro Perissinotto
pubblicato da Piemme

Prezzo:
17,50 14,87
Risparmio:
2,63 -15 %
mondadori card 149 punti Mondadori Card

In magazzino. Spedito in 1 giorno lavorativo.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo gratis lunedì 22 settembre.

Descrizione

La nostra recensione

Si parla di conflitti nell’ultimo romanzo di Alessandro Perissinotto; conflitti generazionali, conflitti sociali, conflitti personali. Le colpe dei padri è un ritratto sofferto e sferzante dell’incontro tra due mondi che sembrano così distanti tra loro e che invece si intersecano in più punti, a volte addirittura si schiacciano l’uno contro l’altro. Nel romanzo la congiunzione tra questi due mondi è Guido Marchisio, o meglio: è il momento in cui Guido (forte potente espressione della migliore borghesia industriale torinese) entra in contatto con un passato che lo trascina indietro nel tempo e lo costringe a frantumare quel muro che sembra separarlo dalla sua identità. È in quello stesso momento che nella sua vita di manager di successo irrompono anche la crisi economica e lo spettro dei licenziamenti e della cassa integrazione. Una frattura che Guido vive sul proprio corpo e sulla propria esistenza, lacerata da quell’improvvisa e inaspettata sterzata che viene imposta alla sua vita e alla quale è chiamato a rispondere. Nel suo mondo privilegiato ora passano troppi umiliati e offesi, lui stesso umiliato e offeso dal destino, da una sorte spietata che la volontà non basta a cancellare. Perissinotto ha scritto un romanzo intelligente e articolato, in cui ha saputo amalgamare personaggi e situazioni non scontati e prevedibili, ricorrendo anche a due registri che in letteratura hanno avuto punte di altissimo interesse: il tema della fabbrica (più Parise che Bianciardi) e quello del doppio (più Calvino che Dostoevskij). Il conflitto tra la parte cattiva e la parte buona del protagonista si inserisce così in quel mondo di disperazione e di rassegnazione, popolato di gente che perde il lavoro e che per questo può arrivare al suicidio, con cui questo ‘manager dimezzato’ è costretto a confrontarsi per fare uscire da sé la parte che più si merita. Bisogna riconoscere a Perissinotto il pregio di non essersi perso, nel raccontare questa storia per certi versi persino delicata nella sua violenza psicologica, nei tranelli e nelle trappole della commiserazione: una sana sincera lucidità dà al romanzo un tratto prevalente di cruda concretezza.
Antonio Strepparola

Leggi il nostro speciale

Guido Marchisio, torinese, 46 anni, è un uomo arrivato. Dirigente di una multinazionale, appoggiato dai vertici, compagno di una donna molto più giovane e bellissima: la sua è una vita in continua ascesa. Fino al 26 ottobre 2011, una data che crea una frattura tra ciò che Guido è stato e quello che non potrà mai più essere. Quella mattina, infatti, un incontro non previsto insinua in lui il dubbio: possibile che esista da qualche parte un suo sosia, un gemello dimenticato, un suo doppio misterioso e sfuggente? Giorno dopo giorno, il dubbio diventa ossessione e l'esistenza dell'ingegner Marchisio inizia, prima piano poi sempre più velocemente, a percorrere la stessa rovinosa china della sua azienda e della sua città. Di tutte le sicurezze costruite col tempo, non rimane più nulla: il suo ruolo di freddo tagliatore di teste, di manager di successo, la sua figura di uomo affascinante, tutto, per colpa di quel sospetto, sembra scivolare via da lui, come se accompagnasse l'emorragia che lentamente svuota l'industria italiana. Andare a fondo significherà per Guido affacciarsi all'orlo di un baratro e accettare l'inaccettabile.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Piemme

Formato Rilegato

Pubblicato  02/04/2013

Pagine  316

Lingua Italiano

ISBN-13 9788856625363


4 recensioni dei lettori  media voto 4 su 5
Scrivi una recensione
5 star
3
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
1
Le colpe dei padri fabrizio.salerni1

fabrizio salerni - 25/06/2014 21:23

voto 5 su 5 5

Scorrevole ed appassionante.

Le colpe dei padri bukowski89

francesca caporale - 24/02/2014 19:36

voto 5 su 5 5

Gran bel libro...

Le colpe dei padri pderango

Paola De Rango - 10/10/2013 12:37

voto 5 su 5 5

Non avevo mai letto l' Autore e dopo questo primo testo credo che ne leggero' altri di Perissinotto Alessandro. Sono rimasta piacevolente stupita: una storia non banale ed uno stile scorrevole che trattengono e coinvolgono. Apparentemente e' la storia di un dirigente aziendale di mezza eta' con la sua routine di incontri lavorativi e cene private e che scava nel suo passato (una storia come tante).Ma in realta' nella storia di Guido Marchisio c'e' il problema della dismissione, cassa integrazione, del perdono e delle colpe.. "Se consideri le colpe Signore, chi potra' sussistere??". Veramente bello ed appassionante. Lo consiglio a tutti

Le colpe dei padri clagiu

Claudia Montana - 27/05/2013 18:44

voto 1 su 5 1

Un passato oscuro che ritorna. Un presente frantumato delle sue certezze. Un futuro imprevisto, temuto, inimmaginabile, in quanto inimmaginato. Un conflitto dai contorni post-moderni e dalle dimensioni planetarie che, interiorizzato dal Marchisio scaltro calcolatore, assume i contorni del "ritorno a se stesso", della scoperta di un mondo interiore popolato da fantasmi, paure, sensi di colpa, del disvelamento di un'identità "altra" da quella in cui si era creduto per anni e su cui si era fondato il proprio successo personale. Una inversione di rotta esistenziale che, conducendo il manager di successo ad imbattersi con i drammi che popolano le cronache quotidiane, lo porterà oltre il muro del plausibile per abbracciare l'orizzonte dell'impensabile.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima